La sola autorizzazione al viaggio non costituisce un visto in quanto essa non soddisfa i requisiti legali e normativi che fanno le veci di un vero e proprio visto laddove lo stesso viene richiesto ai sensi delle leggi vigenti negli Stati Uniti. Coloro che sono in possesso di un visto valido avranno sempre e comunque il permesso di entrare negli Stati Uniti sulla base del visto in loro possesso, così come rilasciato per le specifiche ragioni. Coloro che viaggiano con un visto valido non sono tenuti a fare richiesta dell autorizzazione ESTA.

Può richiedere l ammissione al Visa Waiver Program chi o se:

  • Si reca negli Stati Uniti per un periodo non superiore a 90 giorni per motivi professionali, di viaggio, oppure per il solo transito
  • Chi dispone di un passaporto validamente emesso da un Paese partecipante al Visa Waiver Program
  • Chi arriva negli Stati Uniti su un vettore che aderisce al Visa Waiver Program
  • Chi è in possesso del biglietto di ritorno oppure di transito
  • La destinazione di viaggio finale non è uno dei territori contigui né isole adiacenti, a meno che il viaggiatore non sia residente in tali zone
  • È cittadino o originario di uno dei Paesi che aderiscono al VWP elencati di seguito:
      • Andorra
      • Australia
      • Austria
      • Belgio
      • Brunei
      • Cile
      • Repubblica Ceca
      • Danimarca
      • Estonia
      • Finlandia
      • Francia
      • Germania
      • Grecia
      • Ungheria
      • Islanda
      • Irlanda
      • Italia
      • Giappone
      • Lettonia
      • Liechtenstein
      • Lituania
      • Lussemburgo
      • Monaco
      • Paesi Bassi
      • Nuova Zelanda
      • Norvegia
      • Portogallo
      • Repubblica di Malta
      • San Marino
      • Singapore
      • Slovacchia
      • Slovenia
      • Corea del Sud
      • Spagna
      • Svezia
      • Svizzera
      • Taiwan[1]
      • Regno Unito
  • Dimostra, a soddisfazione dell’agente del Customs and Border Protection degli Stati Uniti di essere idoneo all’ammissione nel Paese nell’ambito del Visa Waiver Program e tale idoneità non si applica all’Immigration and Nationality Act.
  • Accetta di rinunciare a qualsiasi diritto di riesame o di appello in merito ad un eventuale decisione presa da un agente del Customs and Border Protection degli Stati Uniti, oppure di opporsi ad un eventuale rimpatrio derivante da una richiesta d’ingresso ai sensi del VWP, che non sia però inerente ad asilo.
  • Riafferma, tramite la presentazione di identificatori biometrici (incluse impronte digitali e fotografie) al momento dell’arrivo negli Stati Uniti, la propria rinuncia a qualsiasi diritto di riesame o di appello in merito ad un eventuale decisione presa da un agente del Customs and Border Protection degli Stati Uniti, oppure di opporsi ad un eventuale rimpatrio derivante da una richiesta d’ingresso ai sensi del VWP, che non sia però inerente ad asilo.
  • Non costituisce minaccia al benessere, alla salute, alla protezione o alla sicurezza degli Stati Uniti.
  • Ha adempito in precedenza a tutte le condizioni di ingresso ai sensi del Visa Waiver Program.

[1]In merito ad ogni riferimento ai termini "Paese" o "Paesi" contenuti in questo documento, va considerato che il Taiwan Relations Act del 1979, Pub. L. No. 96-8, Sezione 4(b)(1), stabilisce che "laddove le leggi degli Stati Uniti fanno riferimento o sono relative a Paesi stranieri, nazioni, stati, governi, o organismi analoghi, tali denominazioni andranno ad includere anche Taiwan, 22 U.S.C. § 3303(b)(1), trovando eventuale applicazione anche tutte le disposizioni legislative di competenza. Pertanto, ogni eventuale riferimento a "Paese" o "Paesi" ai sensi del VWP che autorizza l applicazione della Sezione 271 dell’Immigration and Nationality Act, 8 U.S.C. 1187, andrà inteso ad includere anche Taiwan. Queste disposizioni sono conformi alla posizione degli Stati Uniti in merito alla "politica dell unica Cina", che ha permesso al Paese di intrattenere relazioni non ufficiali con Taiwan dal 1979 .

Sono un/a cittadino/a canadese?
No, i cittadini canadesi che viaggiano con il passaporto canadese non hanno bisogno del permesso ESTA.

Se sono un residente permanente del Canada?
A coloro che hanno sia la residenza permanente in Canada che la cittadinanza di uno dei Paesi che aderiscono al Visa Waiver Program (VWP) non si richiede il permesso ESTA per entrare negli Stati Uniti via terra. Coloro che non ne sono in possesso dovranno compilare un modulo cartaceo I-94W al momento dell’arrivo in frontiera. Coloro che sono in possesso del permesso ESTA non dovranno completare il modulo cartaceo I-94W e sono pertanto ammessi negli Stati Uniti con una procedura accelerata. Coloro che arrivano negli Stati Uniti in aereo o in nave, DEVONO fare richiesta di un permesso ESTA. I cittadini di Paesi che non aderiscono al programma VWP sono tenuti a munirsi di regolare visto non essendo essi idonei al rilascio del permesso ESTA.

Se sono un/a Residente Permanente Legale degli Stati Uniti e un/a cittadino/a di un Paese idoneo al VWP?
No.

Se visito gli Stati Uniti dal Canada o dal Messico e sono cittadino di un Paese che aderisce al programma VWP?
Non si richiede il permesso ESTA a cittadini di Paesi che partecipano al Visa Waiver Program (VWP) che entrano negli Stati Uniti via terra, dal Canada o dal Messico. Coloro che non sono in possesso del permesso ESTA, sono tenuti a completare il modulo cartaceo I-94W al momento dell’arrivo in frontiera. Coloro che sono in possesso di un permesso ESTA al momento dell’arrivo in frontiera via terra non dovranno completare il modulo cartaceo I-94W e sono pertanto ammessi negli Stati Uniti con una procedura accelerata. Si fa presente che coloro che fanno ingresso negli Stati Uniti con il modulo I-94W, dovranno restituirlo al momento della partenza dagli Stati Uniti. Coloro che arrivano negli Stati Uniti in aereo e in nave sono tenuti a fare richiesta del permesso ESTA.

Sono un/a cittadino/a di un Paese idoneo al VWP e mi trovo a dover entrare negli Stati Uniti per via area, ma solo per transitarvi ?
Sì. È necessario fare richiesta dell autorizzazione ESTA anche per il solo transito negli Stati Uniti. In questo caso, bisognerà indicare "In Transito" nel campo che richiede l indirizzo negli Stati Uniti.

Ho la doppia cittadinanza, essendo una di esse di un Paese idoneo al VWP e l altra di un Paese non idoneo?
Coloro che viaggiano in aereo sotto l egida del VWP, con il passaporto rilasciato da un Paese idoneo al VWP devono richiedere l autorizzazione ESTA. Coloro che usano il passaporto di un Paese non idoneo al VWP hanno bisogno del visto e, pertanto, non sono idonei al programma ESTA.

Sono un cittadino di un Paese idoneo al VWP e mi reco all isola di Guam oppure al Commonwealth delle Isole Marianne Settentrionali (CNMI)?
È richiesta l autorizzazione ESTA per i viaggi internazionali diretti a Guam e alle CNMI sotto l egida del VWP. I cittadini di Paesi idonei al Guam/CNMI VWP possono recarsi nelle due isole sotto l egida di quel programma e non necessitano dell autorizzazione ESTA. Va comunque fatto presente che, a sensi del Guam/CNMI VWP, è permesso il soggiorno per un massimo di 45 giorni e, sempre e solo limitatamente alle due isole - non è possibile viaggiare negli Stati Uniti.
Il viaggio dagli Stati Uniti a Guam/CNMI è considerato un viaggio a destinazione nazionale e, pertanto, non è necessaria l autorizzazione ESTA. Coloro che viaggiano da Guam/CNMI agli Stati Uniti sono sottoposti a pre-ispezione. Nel caso in cui il viaggio fosse sotto l egida del VWP, si richiede l autorizzazione ESTA.

Sono un/a cittadino/a di un Paese idoneo al VWP mi reco a Porto Rico oppure alle Isole Vergini americane a breve termine per motivi di lavoro o turismo?
Sì, l autorizzazione ESTA è necessaria per queste destinazioni.

Viaggio con un minorenne (meno di 18 anni d età) che è in possesso della cittadinanza di un Paese idoneo al VWP?
Se il minorenne visita gli Stati Uniti in qualità di turista sotto l egida del VWP e per un periodo non superiore a 90 giorni, gli si farà carico di ottenere l autorizzazione ESTA, a suo nome.

Sono un/a cittadino/a statunitense con una seconda cittadinanza di un Paese idoneo al VWP?
I cittadini statunitensi non hanno bisogno dell autorizzazione ESTA, sempre che usino il passaporto statunitense per entrare negli Stati Uniti.

Sono in possesso di un visto valido?
Coloro che possiedono un visto valido possono far uso di quel visto per entrare negli Stati Uniti per gli scopi per cui il visto stesso è stato rilasciato. Coloro muniti di un visto valido non necessitano di un autorizzazione ESTA.

Sì, si richiede il pagamento di una tassa di registrazione ai sensi del Travel Promotion Act del 2009. La tassa include l tariffe:

  • Tariffa per l elaborazione – imposta ai richiedenti dell’autorizzazione al viaggio per l elaborazione della domanda. La tariffa è di US $4.00.
  • Tariffa per l’autorizzazione – nel caso in cui la richiesta di autorizzazione al viaggio negli Stati Uniti ai sensi del programma Visa Waiver Program sia approvata, la somma addizionale di US $10.00 sarà addebitata al richiedente. Nel caso in cui la domanda fosse respinta, il richiedente sarà tenuto a pagare solo la tariffa per l elaborazione.
  • Tariffa per assistenza - US $65.00 : ESTA applicazione di elaborazione istantanea, Chiamate Toll-Free, Consultazioni ESTA esperti, E-mail di consegna delle autorizzazioni, Ripristino applicazioni online, 24/7 Customer Service in varie lingue.

CBP non è responsabile per eventuali spese addebitate da terzi per le operazioni di pagamento effettuate con carta di credito/debito o tramite PayPal.

Creare un punto di contatto per il gruppo Per inoltrare un gruppo di moduli, selezionare "Gruppo di moduli" sotto la voce Richiedi. A questo punto sarà necessario creare una persona di contatto per il gruppo. La persona che si dichiara il punto di contatto del gruppo, dovrà fornire le seguenti informazioni al momento di inoltrare le richieste ESTA di un gruppo di viaggiatori:
  • Cognome
  • Nome
  • Data di nascita
  • Indirizzo email
Gestisci il gruppo di moduliLa persona che si identifica come punto di contatto per il gruppo avrà l’opzione di selezionare "Aggiungi un nuovo modulo" (per compilare una nuova richiesta) oppure "Aggiungi una richiesta non pagata" (per aggiungere ad un gruppo una richiesta esistente ma non pagata).Effettuare il pagamentoQuando due o più richieste sono inoltrate come gruppo, è possibile effettuare il pagamento entro 7 giorni dalla data in cui il gruppo è stato creato. Alla scadenza dei 7 giorni non sarà più possibile accedere alle richieste e al numero di identificazione del gruppo e, pertanto, la persona a capo del gruppo dovrà inoltrare nuove richieste.Verifica lo statoLa persona a capo del gruppo avrà anche l’opzione di verificare lo stato delle richieste facenti parte del gruppo. L’eventuale presenza di una risposta "Pendente" relativa ad una richiesta del gruppo, non comporterà ritardi nell’elaborazione delle altre richieste. Inoltre la ricevuta di pagamento non indicherà la somma totale addebitata fino a che non sarà stato effettuato il pagamento per tutte le richieste del gruppo.

Nella maggior parte dei casi, il Sistema Elettronico di Autorizzazione al Viaggio fornisce una risposta immediatamente dopo aver inoltrato la richiesta. Nei casi in cui fosse necessario un periodo di tempo più lungo per elaborare una richiesta elettronica, la risposta viene generalmente fornita nell’arco di 72 ore. Nel caso in cui il richiedente riceva una notifica di risposta pendente, saranno fornite indicazioni su come monitorare lo stato della propria richiesta. Le tre risposte possibili fornite a seconda del caso sono:

Richiesta approvata.
 
Questa notifica sta ad indicare che l’autorizzazione di viaggio è stata approvata e al richiedente è stato concesso il permesso di recarsi negli Stati Uniti sotto l’egida del Visa Waiver Program. In questo caso, il sistema elettronico mostrerà la conferma dell’approvazione e la richiesta di pagamento tramite carta di credito della tariffa applicabile. Va ricordato che l’autorizzazione al viaggio non costituisce garanzia alcuna di ingresso negli Stati Uniti, in quanto tale decisione spetterà ad un agente del Customs and Border Protection degli Stati Uniti al momento dell’arrivo.
 
Viaggio non autorizzato.
 
Questa notifica sta ad indicare che il richiedente è stato giudicato non idoneo a recarsi negli Stati Uniti ai sensi del Visa Waiver Program. In questo caso, potrebbe essere possibile ottenere un visto dal Dipartimento di Stato americano. Si prega pertanto di visitare il sito del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti all indirizzo www.travel.state.gov per ottenere ulteriori informazioni su come fare richiesta di visto. Il diniego di autorizzazione non implica che il richiedente non possa fare ingresso negli Stati Uniti, ma solo che non viene concessa idoneità a recarsi nel Paese sotto l’egida del Visa Waiver Program. Nel caso di negata autorizzazione, il sistema mostrerà una schermata sulla quale apparirà la notifica dell’addebito su carta di credito della sola tariffa richiesta per l’elaborazione della domanda ESTA.
 
Autorizzazione pendente.
 
Questa notifica sta ad indicare che la richiesta di autorizzazione al viaggio è temporaneamente sotto esame in quanto non è stato possibile effettuare una verifica immediata di idoneità. Una notifica in questo senso non ha implicazioni negative, in quanto una decisione viene generalmente presa nell’arco di 72 ore. I richiedenti che ricevono questa notifica sono invitati a visitare il sito e cliccare su “Check ESTA Status quo”. Il numero di protocollo della richiesta, il numero del passaporto e la data di nascita sono necessari per monitorare eventuali modifiche allo stato della richiesta.

Una volta approvata, l’autorizzazione al viaggio stabilisce l’idoneità del viaggiatore a recarsi negli Stati Uniti sotto l’egida del Visa Waiver Program, ma non garantisce la sua ammissibilità nel Paese. Al momento dell’arrivo negli Stati Uniti, sarà un agente del Customs and Border Protection a determinare l’idoneità o meno del viaggiatore all’ingresso ai sensi del Visa Waiver Program o per qualche altra ragione come previsto dalle leggi degli Stati Uniti.

Abbiamo ulteriormente definito i requisiti relativi a viaggi senza l’obbligo di visto al fine di rendere più sicuri i viaggi negli Stati Uniti effettuati ai sensi del Visa Waiver Program. I cittadini di Paesi che aderiscono al programma VWP continueranno ad essere idonei a viaggiare senza l’obbligo di visto, anche se dovranno ottenerne l’autorizzazione prima di mettersi in viaggio verso gli Stati Uniti.

Utilizzando un sito Web pubblico sicuro, il Department of Homeland Security e l’United States Customs and Border Protection hanno pubblicato il modulo che il viaggiatore, o chi per esso, sarà tenuto a compilare al fine di ottenere l’autorizzazione al viaggio. Una volta compilati i campi relativi alle generalità del viaggiatore, al viaggio e al pagamento della tassa di registrazione, il modulo viene elaborato dal sistema che determinerà l’idoneità del viaggiatore a recarsi negli Stati Uniti senza visto, ai sensi del Visa Waiver Program. Il richiedente riceverà una risposta automatica e prima dell’imbarco il vettore di trasporto del caso si farà carico di verificare presso l’United States Customs and Border se il viaggiatore è munito dell’apposita autorizzazione al viaggio.

Il Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio (ESTA) è un sistema automatico utilizzato per determinare l’idoneità dei viaggiatori a recarsi negli Stati Uniti ai sensi del Visa Waiver Program (VWP), e se il loro ingresso nel Paese potrebbe comportare rischi per gli organi preposti alla tutela dell’ordine pubblico e alla sicurezza.

Un’autorizzazione ESTA permette al viaggiatore di recarsi negli Stati Uniti ai sensi del VWP. Le compagnie di trasporto private dovranno essere firmatarie del programma VWP. Si rimanda alla lista delle compagnie firmatarie. CBP raccomanda di presentare la richiesta di autorizzazione al viaggio almeno 72 ore prima del viaggio, anche se è possibile inoltrarla in ogni momento prima dell’imbarco. Nella maggior parte dei casi, il sistema fornisce una risposta in pochi secondi.

Il permesso ESTA non è un visto, in quanto non soddisfa i requisiti legali facenti le veci di un regolare visto USA, laddove richiesto. I viaggiatori in possesso di un regolare visto USA non sono tenuti a richiedere il permesso ESTA, e sono comunque autorizzati a recarsi negli Stati Uniti solo per gli scopi per i quali il visto stesso è stato emesso. Va tenuto presente che il regolare visto e il permesso ESTA non garantiscono comunque l’ingresso negli Stati Uniti.

Il programma ESTA ha assunto carattere di obbligatorietà dal 12 gennaio 2009. Coloro che richiedono l’autorizzazione al viaggio ai sensi del VWP sono tenuti a compilare una dichiarazione doganale (stampata su carta blu) al momento dell’arrivo negli Stati Uniti, che siano essi o meno in possesso di un permesso ESTA, mentre non saranno più tenuti a compilare il modulo verde I-94W.

L’autorizzazione ESTA ha una validità di 2 anni, oppure fino al momento della scadenza del passaporto ad essa associato, se precedente al periodo di scadenza ordinaria. Nel suddetto periodo è permesso entrare negli Stati Uniti senza dover presentare ulteriori richieste di approvazione ESTA. Coloro che entrano negli Stati Uniti ai sensi di un’autorizzazione ESTA possono rimanere negli Stati Uniti per un periodo non superiore a 90 giorni (relativamente a ciascun viaggio) – e, comunque, sempre che via siano ragionevoli intervalli tra visite in modo da non indurre un agente del CBP a sospettare che il viaggiatore sia intenzionato a risiedere negli Stati Uniti. Non è stato definito uno specifico periodo di tempo relativo alla durata degli intervalli tra le visite.

Coloro che ricevono un’autorizzazione ESTA, ma la cui data di scadenza del passaporto è inferiore a due anni, saranno autorizzati limitatamente per il periodo di validità del proprio passaporto.

È necessario richiedere una nuova autorizzazione ESTA nel caso in cui colui/colei che ne è in possesso:

  • Riceva un nuovo passaporto,
  • Modifichi il proprio nome (nome e/o cognome)
  • Modifichi il proprio sesso (al momento, ESTA non ha istituito un campo relativo al sesso X sul modulo di richiesta. Suggeriamo pertanto agli interessati di selezionare l’opzione che essi ritengono sia più idonea al loro caso. Il permesso ESTA non verrà respinto unicamente sulla base del sesso selezionato sul modulo).
  • Modifichi il proprio Paese di cittadinanza
  • Sia soggetto a modifiche relative a specifiche circostanze, ad esempio, è stato condannato/a per reati di turpitudine morale o nel caso un cui egli/ella contragga una malattia infettiva. Un’eventuale modifica in questo senso potrebbe richiedere il rilascio di un regolare visto USA. In tal caso, sarà necessario inoltrare una nuova richiesta e la stessa dovrà fare riferimento alle avvenute modifiche, a pena del diniego di ingresso negli Stati Uniti al momento dell’arrivo. Ulteriori informazioni sull’inidoneità sono disponibili sul sito del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

DHS raccomanda ai viaggiatori di presentare la richiesta di autorizzazione ESTA nel momento in cui essi hanno la certezza di recarsi negli Stati Uniti ai sensi del programma VWP. Un’eventuale scadenza dell’autorizzazione ESTA durante il soggiorno negli Stati Uniti non inciderà sulla partenza dal Paese.

A partire dall’8 settembre 2010, la domanda di autorizzazione ESTA richiede il pagamento di una tassa di registrazione, ai sensi del Travel Promotion Act of 2009 (Section 9 of the United States Capitol Police Administrative Technical Corrections Act of 2009, Pub. L. No. 111-145).

CBP non è responsabile per eventuali spese addebitate da terzi per le operazioni di pagamento.

N.B.: È importante stampare una copia del documento per eventuali riferimenti. Non è necessario avere con sé la stampa all’arrivo negli Stati Uniti, giacché gli agenti doganali sono in possesso delle informazioni in formato elettronico.